Mappa del Sito
Home Page
Inizio Pagina
Pagina Precedente
       

Dopo cinque anni e mezzo dalla chiusura a causa di una frana a Monteli di Meduno, è stata ripristinata la tratta ferroviaria Sacile-Maniago. I primi 34 Km di binari sono stati percorsi domenica 10 dicembre 2017 da un treno messo a disposizione dalla Fondazione FS e trainato da una vaporiera a carbone cui erano agganciate due carrozze Corbellini, una Centoporte, una serie 10 mila di prima classe e un bagagliaio a carrelli. A bordo della carrozza storica c’erano la governatrice Debora Serracchiani, il vice governatore Sergio Bolzonello, gli assessori Maria Grazia Santoro e Paolo Panontin e gli amministratori dei Comuni che sorgono lungo la tratta. Partito da Sacile, il treno ha fatto tappa nelle stazioni di Budoia-Polcenigo, Aviano e Montereale Valcellina festeggiato da moltissimi cittadini. Questa riapertura è frutto di un’intensa collaborazione tra Regione e istituzioni nazionali e locali che ha permesso, in meno di tre anni, di collegare nuovamente Sacile a Maniago. L’investimento è stato di 17 milioni di euro e per otto mesi 200 tra operai e tecnici hanno lavorato per rispettare i tempi. Sono stati rinnovati circa 30 Km di binari, sostituite traversine e revisionati dieci scambi, posati cavi per 87 Km e consolidati 200 m di scarpata a Budoia. Rinnovati anche i sistemi automatici di comando dei passaggi a livello e il sistema di distanziamento dei treni. La prima corsa del treno è stata quella delle 5.52 da Maniago a Sacile di lunedì 11 dicembre 2017, e ben venti treni viaggeranno quotidianamente. L’obiettivo di questa linea è di conciliare servizi turistici e trasporto pubblico locale, e la sua riapertura ha permesso di creare una decina di posti di lavoro tra macchinisti e capitreno oltre ad una squadra di 450 operatori. Opportunità anche per le industrie locali e il turismo in quanto questa linea in futuro sarà dedicata al turismo, al commercio e ai passeggeri, con la possibilità di far viaggiare almeno un treno storico al mese per promuovere il territorio. Entro il 2018 è prevista la riapertura dell’intera tratta Sacile-Gemona.

Possiamo così riassumere le date fondamentali:

  • Luglio 2012, deraglia il Minuetto a Meduno per una frana e la tratta viene chiusa;
  • Luglio 2013, la governatrice Serracchiani si impegna per la riapertura almeno del tratto Sacile-Maniago;
  • Febbraio 2014, Ferrovie Udine-Cividale redige uno studio di fattibilità;
  • Febbraio 2016, i sindaci siglano il protocollo di Pinzano per chiedere alla Regione di fare pressing per riattivare la linea;
  • Novembre 2016, con un investimento di 17 milioni le Ferrovie dello Stato si impegnano a ripristinare la tratta;
  • Luglio 2017, la Regione annuncia la riattivazione della tratta Maniago-Sacile a dicembre 2017 e dell’intera tratta Sacile-Gemona entro il 2018;
  • Agosto 2017, il Parlamento inserisce la linea tra le 18 ferrovie turistiche di interesse nazionale;
  • Dicembre 2017, i treni tornano a correre lungo il tratto Maniago-Sacile.
       
       
       
       






























































































































































































































































































































Loading