Mappa del Sito
Home Page
Inizio Pagina
Pagina Precedente
       
Finalmente! Era questo l’avverbio che più si sentiva pronunciare nella mattinata del 23 settembre in quel di Plans, località in comune di Montereale Valcellina (Pn), sì finalmente dopo molti anni dal suo scioglimento (1975) gli alpini  del glorioso 11° si sono ritrovati numerosi, complice anche una splendida giornata di sole di inizio autunno, per il loro, nostro, primo e speriamo non ultimo raduno. Tutto ciò si è reso possibile grazie alla tenacia ed al duro lavoro di preparazione di Gianni Antoniutti , capogruppo di Montereale, già sottotenente dell’11° ed ex compagno di scuola dello scrivente. Gli appartenenti ai disciolti battaglioni del raggruppamento: Val Fella, Val Tagliamento e Val Natisone, di buon mattino si sono ritrovati  nella spianata presso il monumento ai caduti, si sono potute notare scene commoventi di commilitoni  che si ritrovavano dopo 40-50 anni, si sono sentite frasi come: ti ricordi quella volta!…. oppure: come sei cambiato!…. ed ancora: ma quella biondina a cui scrivevi tutti i giorni poi l’hai sposata?..... Anche chi scrive ha avuto la fortuna di incontrare, dopo 37 anni, il suo ex tenente, che divenuto colonnello, dopo molti anni di onorato servizio ora è in quiescenza. Dopo l’alzabandiera,venne officiata una messa dall’ ex cappellano generale militare, ora parroco di Montereale, mons. Angelo Santarossa ( struggente la sua omelia)  poi venne dato il via ai discorsi ufficiali, intervennero il generale D’Andrea, il sindaco di Montereale, il consigliere regionale Alzetta ed il presidente della sezione A.N.A. di Pordenone Gasparet, durante tutta la manifestazione la banda di Tiezzo ha allietato i partecipanti con musiche e marce alpine. Numerosa anche la presenza di ex ufficiali, sottufficiali e graduati che hanno prestato servizio nelle caserme dell’11° in Carnia : a Tolmezzo, Pontebba, Paluzza, Chiusaforte, Stazione della Carnia, Paularo, Cavazzo, nella’tana dei lupi’ di Ugovizza e nei vari distaccamenti ed opere. Al termine si è svolto il tradizionale rancio alpino a cui hanno partecipato anche molti familiari degli alpini venuti,oltre che dal Friuli,  anche dal Veneto, dall’Emilia, dalla Lombardia e dal Piemonte. Al termine gli intervenuti al raduno, uniti nel fiero motto del Raggruppamento: "Nella roccia come la roccia", si sono dati appuntamento al prossimo anno auspicando di ritrovarsi in salute ed ancor più numerosi!
Un grazie ed un bel “MANDI” a tutti gli ex Alpini dell’11°
       
       
       

























































































































Loading