Mappa del Sito
Home Page
Inizio Pagina
Pagina Precedente
La vendemmia a casa di Bepi (Zambon Giuseppe 'Luthol') è sempre stata una festa in compagnia, io la ricordo da sempre così.
Ed anche quest'anno è stata rispettata la tradizione.
Ci siamo incontrati sabato 15 settembre. Verso le dieci e mezzo l'allegra brigata cominciava a formarsi. Vecchi amici e "nuovi arrivi" si sono subito affiatati e, per dovere di cronaca, vi devo dire che sia gli uni che gli altri provenivano da altre regioni d'Italia ed anche da oltre oceano. Vi lascio immaginare di cosa sono capaci 25 persone che comunicano tra di loro in friulano, milanese ed americano: una vera Babilonia. Il bello è che ci capivamo tutti. Sarà stata l'allegria a fare da collante o forse il buon vino? Secondo me tutt'e due.
I "lavori" sono iniziati alle undici e lungo i filari tutti si sono dati un gran daffare: uomini, donne e bambini. C'era chi tagliava i grappoli, chi trasportava i secchi pieni di uva, chi la macinava, chi invece la mangiava e chi, come me, scattava alcune foto ricordo.
Alle dodici e mezzo la vendemmia era terminata e prendeva avvio la fase due: tutti a tavola per assaporare le pietanze che Silva e Luisa ci avevano preparato.Oltre alla cucina italiana abbiamo avuto modo di apprezzare i dolci americani preparati dalle "ladyes" presenti.
E' stata questa la fase più lunga ed impegnativa della giornata! Infatti siamo rimasti a tavola sino alle 6 di sera e, tra una portata e l'altra ed un bicchiere e l'altro, c'è chi si è improvvisato giocoliere, prestigiatore e barzellettiere. Tutto questo mentre i bambini giocavano in giardino.
La mano d'opera si è dimostrata all'altezza della situazione a tal punto che Bepi e Silva ci hanno già invitati per la prossima vendemmia 2013
Proprio una bella giornata, credetemi sulla parola.
    Ruggero
       
       
       










































































































































Loading