Mappa del Sito
Home Page
Inizio Pagina
Pagina Precedente

”Orathiòns de la sera de nà volta"

A l’era tant che i me fioi i me diseva de scrive a la redathion de www.Artugna.it chista semplice, ma (par mi) bela orathiòn, che me nona Romana la me feva dise insieme a liena dute le volte che deve a dormì sul so lièt.
Sicome che fin a cuindese ani ai cuasi sempre dormìt co liena (dopo al me a robàt el posto me fradèl pì pithol), praticamente l’ ai dita par tanti e tanti ani dute le sere, ma chela volta a l’era pì una abitudine ma thentha nesuna riflessiòn sul profondo significato religioso che la l' orathiòn la rapresentava par me nona ; spere che la plase ancia a cualchedùn altre, e magari chissà che qualche nona moderna no i la fathe dise ai so nevodi cuàn che i li porta a dormì:

Vado in leto
co l’angelo perfeto
co l’angelo de Dio
soi con Voi Signor Iddio
me pogne unchì
no sai se rivarai a dì
rivà o no rivà
tre cose Sante voi racomandà
Confesiòn, Comuniòn, Oio Sant
Tel nome del Padre, del Figlio e del Spirito Sant

Amen          

Tino Ite


































































Loading