Mappa del Sito
Home Page
Inizio Pagina
Pagina Precedente
       
L’ AFDS (www.afds.it) nasce ufficialmente nel 1958 a Udine, quando le esperienze iniziate durante il conflitto mondiale, proseguite  nel ‘49 con la costituzione del primo nucleo di donatori di sangue e negli anni successivi con la realizzazione di un  centro trasfusionale presso l’ospedale cittadino, portano alla costituzione della associazione. Numerosissime sono le adesioni. Negli anni successivi nascono nuove sezioni in tutta la provincia, sulla spinta di un volontariato promosso dall’entusiasmo dei fondatori.
Nel 1967 viene fondata la sezione di Dardago che, nel 1972, assieme ad altre 31 sezioni della destra Tagliamento, passa a far parte dell’ AFDS (www.afdspn.it) di Pordenone, nuova provincia e nuova realtà economica e sociale della regione.
La nascita della sezione di Dardago va inquadrata in un periodo di profondo fervore, di speranza di cambiamenti e di riscatto dalla situazione di emarginazione economica del Friuli: terra di emigranti da sempre, negli anni sessanta vive il boom economico, l’emigrazione è in buona parte limitata alle città del Nord Italia, dalle quali  mantenere il contatto con i paesi di origine è più facile e le novità  viaggiano più veloci.
Ecco allora che sulla spinta delle serate promozionali organizzate dai fondatori dell’ AFDS si diffonde l’idea della donazione di sangue e nuove sezioni nascono un po’ dappertutto in Friuli.
A Dardago uno dei promotori è Pietro Zambon “Sartorel”
a cui presto si aggiungono numerosi paesani  che organizzano le prime serate informative con  alcuni dei fondatori della AFDS  come Evaristo  Cominotto e altri e cominciano a porre le basi dell’organizzazione.
Tra i tanti ricordiamo la “madrina” della sezione Blasco Serena,  Giacomo Zanchet, Angelo Carlon “Scopio”, Gerardo Vettor, Angelo Zambon “Rosit”, Ferruccio Zambon “Pinal” (da Ronche), Armando Zambon “Biso”, Antonio Zambon “Pala”, Domenico Zambon “Marin”, Carlo Ianna “Tavan”, Benito Zambon “Marescial”, Pietro Zardo,  Sergio Alfier “Monte”, Antonio Rigo “Barisel” e molti altri
 riconoscibili nelle foto che li ritraggono nel corso di alcune delle prime Giornate del Donatore organizzate dalla Sezione.
Negli anni successivi andarono progressivamente aumentando i soci e le donazioni e, di pari passo, l’attività di propaganda e la partecipazione a manifestazioni e alla vita culturale del paese. Primo presidente della sezione fu   Giacomo Zanchet , lo seguirono:  Armando Zambon “Biso”, Giampietro Zambon “Sclofa”, Carlo Zambon “Sartorel”.  Oggi presidente della sezione  è Corrado Zambon “Tarabin”, i donatori sono 95, di cui 45 attivi con 56 donazioni nell’anno 2006. Molti altri sarebbero i nomi da ricordare, non soltanto tra i donatori ma anche tra i soci sostenitori, che, pur non donando il sangue, per motivi di salute o di età, hanno partecipato e partecipano alla vita della sezione. Ci scusiamo con tutti quelli che non abbiamo nominato, ma contiamo di rimediare a breve, magari anche su vostra segnalazione.
P.S. Un grazie a Francina Celant “Sartorel” per le foto e le notizie, a Zambon Giuseppe “Modola” per i ricordi.
       
   
       
       













































































Loading