Mappa del Sito
Home Page
Inizio Pagina
Pagina Precedente
       
Nonostante siano mancati gli ormai tradizionali appuntamenti “enogastronomici e musical-teatrali” degli scorsi anni, numerose sono state le occasioni “mondane e culturali” a Dardago anche quest’anno.
Da una parte le mostre fotografiche e di pittura organizzate presso l' asilo, dall’altra le attività organizzate dall’amministrazione comunale.  A tutto questo si aggiungono gli altri eventi che hanno arricchito le serate della sagra dell’Assunta, a cura di varie organizzazioni (Pieve di S. Maria Maggiore di Dardago, Comune di Budoia, Periodico l’Artugna, Pro Loco Budoia, Associazione Amici di Don Nillo, Comitato Festeggiamenti Dardago, Gruppo Folcloristico Artugna, Associazione Friulana Donatori di Sangue – Sezione di Dardago, Amatori Calcio Budoia, www.artugna.it).
Ma andiamo con ordine: il 12 agosto si inaugurano, presso l’asilo di Dardago, le mostre organizzate dal periodico l’Artugna:  “Colore e passione”, retrospettiva delle opere del pittore nostro paesano Ruggero “Gero” Zambon Pinal, con una panoramica che spazia da quelle  eseguite nell’adolescenza fino a quelle più mature  e significative degli ultimi anni, e  “Vòf e corajo”, che ricostruisce con un affascinante percorso fotografico i 50 anni della nostra scuola materna, dalla posa della prima pietra ai giorni nostri.
Presso la segreteria delle mostre è possibile inoltre a tutti i visitatori consultare le pubblicazioni dell’Artugna ed il nostro sito (per ulteriori notizie sulla storia della scuola materna vi rimandiamo all’ultimo numero dell’Artugna).
L’amministrazione comunale nell’ambito delle iniziative legate all’ Ecomuseo della montagna pordenonese organizza  “Genti e materiali di San Tomè di Dardago”, comprendenti lo spettacolo teatrale Il bosco raccontache si avvale dell’opera di Ramiro Besa, uno dei due Papu (www.papuweb.it), il laboratorio archeologico “Come antichi vasai”, quello di falegnameria ed una rassegna ex-tempore di pittura. Quest’ultima si svolge per tutta la giornata del 13 e si conclude nel pomeriggio con le premiazioni presso il Teatro ex “Concordia e Progresso” di Dardago, presenti il sindaco Antonio Zambon e l’assessore alla cultura Barbara Giannelli.
La serata del 13 agosto vede invece giungere a compimento la fatica teatrale di Ramiro Besa e dei suoi allievi (Corrado Besa, Carmen Camani, Daniela De Marchi, Marina Gazzola, Lara Moretti) con l’accompagnamento musicale del Gruppo Folkloristico Artugna e dell’Ensemble vocale femminile G.faurè: presso l’area parco Ciampore gli “attori dilettanti” si esibiscono nella drammatizzazione di storie e racconti popolari, in uno scenario quanto mai suggestivo.                
Il lunedì mattina, dopo la messa, in presenza del sindaco, del parroco e dei responsabili del periodico l’Artugna si procede alla scopertura dell’affresco del 1561 appena restaurato posto sul muro esterno della Canonica: la “Madonna Orante” si presenta nel suo nuovo abito; un grazie all’amministrazione comunale per aver finanziato l’intervento.
Purtroppo, se la pioggia ha risparmiato il teatro domenica, altrettanto non fa lunedì sera, costringendo gli Sbandieratori dei quartieri di Cori ad interrompere anzitempo la loro coloratissima esibizione che ha portato a Dardago uno scorcio di medioevo. 
La giornata di Ferragosto, fortunatamente senza pioggia,  è particolarmente ricca di eventi. Durante la Messa solenne dedicata all’Assunta, accompagnata dal coro Santa Maria Maggiore di Dardago,  vengono scoperti e presentati i due nuovi quadri che vanno ad ornare le due pareti che affiancano l’altare maggiore: due opere di pregio che ben si inseriscono nell’architettura della chiesa (di queste opere e dell’affresco della piazza diremo in seguito con maggiori dettagli).
Si prosegue nel pomeriggio con i giochi popolari organizzati anche quest’anno da Roberto Zambon con la collaborazione di molti amici più o meno giovani, del CFD e di due giudici-arbitro d’eccezione: Alice e Sara. Buona la partecipazione di bambini, ragazzi e pubblico, nonostante quest’anno Dardago sembri meno affollato degli anni scorsi.
La sera in una chiesa particolarmente gremita viene eseguito il concerto per l’Assunta “Ensemble di trombe,timpani ed organo” che consente a tutti i presenti di apprezzare, oltre all’abilità degli esecutori (G. Vello e G. Cester , G. Casagrande e A. Bozzer), le qualità del nostro organo recentemente restaurato.
Un grazie a tutti quelli che si sono impegnati ancora una volta per mantenere vitale una sagra che fino a pochi anni fa era ben più ricca e frequentata.
       
       










































































Loading