Mappa del Sito
Home Page
Inizio Pagina
Pagina Precedente
       

Domenica 6 Luglio, una domenica di piena estate: tanto movimento presso la silente chiesetta di Val di Croda, San Tomè. Dentro la chiesa e in mezzo alla folta selva si aggirano circa duecento persone. Cosa sono lì a fare? La quarta edizione della Festa della Famiglia. Una simpatica giornata che, ormai da quattro anni ci riunisce per festeggiare, oltre che al santo titolare della chiesa, San Tommaso apostolo (la cui festa liturgica cade il 3 luglio) anche questa importante e bella istituzione che è la famiglia. Quest’anno poi la celebrazione è ancor più solenne perché viene inaugurata la fine del restauro della chiesetta stessa (tetto e interno), viene benedetta e collocata la statua del santo titolare. E’ infine accolto nella comunità cristiana, con il battesimo, il piccolo Enea Nadalini di Santa Lucia. Il Vescovo diocesano Mons. Giuseppe Pellegrini ci ha fatto dono della sua presenza, presiedendo per noi la Santa Messa con la benedizione dell’opera e il battesimo di Enea. La festa è poi continuata con la pastasciutta, salumi e dolci, innaffiati da spendido vino e bevande varie. Una grande soddisfazione e allegria per tutti. Non è mancato neppure il caffè corretto o sbagliato…
Da queste righe vogliamo ringraziare, oltre che la Ditta Doimo di Aviano, che ha portato a compimento celermente e generosamente l’opera di sistemazione della Chiesa e lo scultore Giorgio Igne di Sacile, che ha fatto e donato la statua,  anche tutte quelle persone che hanno dato una mano per pulire, sistemare l’ambiente, eliminare il materiale di scarto, a chi ha aggiustato e dipinto il fregio che fa da cornice ad un mosaico del Santo, a chi ha sistemato gli infissi delle finestre e confezionato il piedistallo per la statua del Santo, a chi ha seguito tutta l’evoluzione per la donazione della statua e ha dato una mano allo scultore, a quanti, infine hanno preparato ed hanno allestito tutto il necessario per la festa.
L’appuntamento è per l’anno prossimo, ancora tutti a far festa sot’al crep.

    Don Maurizio Busetti
Ringraziamo Walter Tesolin per la collaborazione fotografica
       
 


















































































































































































































































































































































































































































































































































Loading