Mappa del Sito
Home Page
Inizio Pagina
Pagina Precedente
 

IL GIOGO LEGGERO DEI COMANDAMENTI DEL SIGNORE

La prima parola è «se»: se mi amate. Un punto di partenza così libero, così umile, così fragile, così fiducioso, così paziente. Non dice: dovete amarmi. Nessuna minaccia, nessuna costrizione, puoi aderire e puoi rifiutarti in totale libertà. Ma, se mi ami, sarai trasformato in un'altra persona, diventerai come me, prolungamento dei miei gesti, eco delle mie parole: se mi amate, osserverete i comandamenti miei. Non per dovere, ma come espansione verso l'esterno di ciò che già preme dentro, come la linfa della vite a primavera, quando preme sulla corteccia dura dei tralci e li apre e ne esce in forma di gemme e foglie. In questo passo del Vangelo di Giovanni, per la prima volta, Gesù chiede esplicitamente di essere amato. Il suo comando finora diceva: Amerai Dio, amerai il prossimo tuo, vi amerete gli uni gli altri come io vi ho amato, ora aggiunge se stesso agli obiettivi dell'amore. Non detta regole, si fa mendicante d'amore, rispettoso e generativo. Non rivendica amore, lo spera. Ma amarlo è pericoloso. Infatti il brano di oggi riporta sette versetti, in cui per sette volte Gesù ribadisce un concetto, anzi un sogno: unirsi a me, abitare in noi. E lo fa con parole che dicono unione, compagnia, incontro, intimità, in una divina monotonia, umile e sublime: sarò con voi, verrò presso di voi, in voi, a voi, voi in me io in voi. Gesù cerca spazi, spazi nel cuore, spazi di trasformazione: se mi ami diventi come me! Io posso diventare come Lui, acquisire nei miei giorni un sapore di cielo e di storia buona; sapore di libertà, di mitezza, di pace, di forza, di nemici perdonati, e poi di tavole imbandite, e poi di piccoli abbracciati, di relazioni buone e feconde che sono la bellezza del vivere. Quali sono i comandamenti miei di cui parla Gesù? Non l'elenco delle Dieci Parole del monte Sinai; non i comandi esigenti o i consigli sapienti dettati in quei tre anni di itineranza libera e felice dal rabbi di Nazaret. I comandamenti da osservare sono invece quei gesti che riassumono la sua vita, che vedendoli non ti puoi sbagliare: è davvero lui. Lui che si perde dietro alla pecora perduta, dietro a pubblicani e prostitute, che fa dei bambini i principi del suo regno, che ama per primo, ama in perdita, ama senza aspettare di essere ricambiato. «Come ho fatto io, così farete anche voi» (Gv 13,15). Lui che cinge un asciugamano e lava i piedi, che spezza il pane, che nel giardino trema insieme al tremante cuore della sua amica («donna, perché piangi?»), che sulla spiaggia prepara il pesce sulla brace per i suoi amici. Comandamenti che confortano la vita. Mentre nelle sue mani arde il foro dei chiodi incandescenti della crocifissione.

MERCOLEDI’ della sesta settimana di Pasqua
 9,30 DEFF. CARLON GIANNI E LUIGI
         ANN. DEF. DEL MASCHIO FLORINDO ord. figli
VENERDI’ San Filippo Neri sacerdote
18,00  DEFF. PAOLA E VITTORIO, JOLANDA E ANDREA
DOMENICA Ascensione del Signore
11,00 DEFF. PUPPIN AMELIA E GIOVANNI

OFFERTE: Offrono, per opere parrocchiali: per battesimo di Mazzarolo Pietro, €. 100; N.N., €. 10.

 

MARTEDI’ della sesta settimana di Pasqua
18,00 DEFF. ZAMBON AUGUSTO, MARIA CLARA E FRANCO
GIOVEDI’ della sesta settimana di Pasqua
18,00 MESSA PER INTENZIONE PARTICOLARE
SABATO Ascensione del Signore
18,00  DEFF. ANGELO E MARIA
           DEFF. ZAMBON ANGELO E BUSETTI ANNA
           DEFF. BUSO ANNAMARIA E FAMILIARI
           ANN. DEF. ZAMBON VALENTINO THAMPELA
DOMENICA Ascensione del Signore
10,30 MESSA PER LE COMUNITA’ PARROCCHIALI
          DEFF. ZAMBON CAMILLO E LIDIA

OFFERTE: Per funerale di Busetti Battistina, i figli offrono, per opere parrocchiali, €. 130.

   

LUNEDI’ Santa Rita da Cascia religiosa
18,00 (al capitello di Sant’Antonio) ANN. DEF. CARLI ITALO
                                                     DEFF. ZANOLIN TERESA E FORT
                                                     ANDREA
                                                     DEF. BASSO FRANCO
                                                     DEF.TA DEL PUPPO SANTINA
DOMENICA Ascensione del Signore
18,00 DEFF. PUP RENATA E ZORZETTO GIANNI  
          DEFF. SOLDA’ BRUNA, PASTORUTTI CLAUDIA E LORENZO
         
OFFERTE: N.N. offre, per opere parrocchiali, €. 10.               

   

SANTA MESSA DI ROGAZIONE
Domani,  lunedì 22 Maggio, festa liturgica di Santa Rita da Cascia è anche il primo giorno delle Rogazioni prima dell’Ascensione.  La Santa Messa con la preghiera di rogazione sarà celebrata presso il capitello di Sant’Antonio oltre il ponte della ferrovia alle ore 18. Verranno benedette anche le rose di Santa Rita per chi vorrà portarle.

   

ASSEMBLEA PARROCI E VICEPRESIDENTI CONSIGLI PASTORALI PARROCCHIALI DELL’U.P.
Domani,  lunedì 22 Maggio, alle ore 20,30, presso l’Oratorio Parrocchiale di Aviano, si terrà l’assemblea dei parroci e vicepresidenti dei Consigli Pastorali Parrocchiali dell’Unità Pastorale di Aviano per un bilancio dell’attività parrocchiale 2016/17

FIORETTO DEL MESE DI MAGGIO
Il fioretto del mese di Maggio ha il seguente svolgimento:
a BUDOIA: martedì 23 maggio alle ore 17,15 presso la casa di
Rina Cardazzo in via della Madonnetta
Giovedì 25 maggio alle ore 20,30 presso il capitello
in via della Madonnetta
A DARDAGO: Mercoledì 24 maggio alle ore 20,30 presso il capitello
di Sant’Antonio in via Castello

SANTA MESSA DI PRIMA COMUNIONE
Domenica  prossima 28 Maggio alle ore 10,30, nella Chiesa Parrocchiale di Dardago, verrà celebrata la Santa Messa di Prima Comunione per i bambini: Bianchi Nicolò, Borlenghi Matteo, Brotto Marco, Callegari Riccardo, Carlon Giuseppe, Carlon Nicol, Comin Tommaso, Crestan Nicola, Curatolo Caterina, Del Maschio Daniele, Di Fusco Lea, Esposito Nicole, Grasso Lorena, Ricci Nicholas, Rui Aurora, Toffoli Martina e Zambon Giovanni.

   
 

CHI SEGUE GESU’ TROVA LA STRADA VERA CHE PORTA ALLA VITA

Non abbiate paura, non sia turbato il vostro cuore, sono le parole di apertura del Vangelo, le parole primarie del nostro rapporto con Dio e con la vita, quelle che devono venirci incontro appena aperti gli occhi, ogni mattina. Gesù ha una proposta chiara per aiutarci a vincere la paura: abbiate fede, nel Padre e anche in me. Il contrario della paura non è il coraggio, è la fede nella buona notizia che Dio è amore, e non ti molla; la fede in Gesù che è la via, la verità, la vita. Tre parole immense. Inseparabili tra loro. Io sono la strada vera che porta alla vita. La Bibbia è piena di strade, di vie, di sentieri, piena di progetti e di speranze. Felice chi ha la strada nel cuore, canta il salmo 84,6. I primi cristiani avevano il nome di "Quelli della via" (Atti 9,2), quelli che hanno sentieri nel cuore, che percorrono le strade che Gesù ha inventato, che camminano chiamati da un sogno e non si fermano. E la strada ultima, la via che i discepoli hanno ancora negli occhi, il gesto compiuto poco prima da Gesù, è il maestro che lava i piedi ai suoi, amore diventato servizio. Io sono la verità. Gesù non dice di avere la verità, ma di essere la verità, di esserlo con tutto se stesso. La verità non consiste in cose da sapere, o da avere, ma in un modo di vivere. La verità è una persona che produce vita, che con i suoi gesti procura libertà. «La verità è ciò che arde» (Ch. Bobin), parole e azioni che hanno luce, che danno calore. La verità è sempre coraggiosa e amabile. Quando invece è arrogante, senza tenerezza, è una malattia della storia che ci fa tutti malati di violenza. La verità dura, aggressiva, la verità dispotica, «è così e basta», la verità gridata da parole come pietre, quella dei fondamentalisti, non è la voce di Dio. La verità imposta per legge non è da Dio. Dio è verità amabile. Io sono la vita, io faccio vivere. Parole enormi che nessuna spiegazione può esaurire. Parole davanti alle quali provo una vertigine. Il mistero dell'uomo si spiega con il mistero di Dio, la mia vita si spiega solo con la vita di Dio. Il nostro segreto è oltre noi. Nella mia esistenza c'è una equazione: più Dio equivale a più io. Più vangelo in me vuol dire più vita in me, vita di una qualità indistruttibile. Il mistero di Dio non è lontano da te, è nel cuore della tua vita: nei gesti di nascere, amare, dubitare, credere, perdere, illudersi, osare, dare la vita... La vita porta con sé il respiro di Dio, in ogni nostro amore è Lui che ama. Chi crede in me anch'egli compirà le opere che io compio e ne compirà di più grandi di queste. Falsa religione è portare Dio nella nostra misura, vera fede è portare noi stessi nella misura di Dio.

MERCOLEDI’ della quinta settimana di Pasqua
 9,30 ANN. DEFF. ZAMBON NANDO ED ELVIRA ord. figlio
         DEFUNTE SORELLE DIANA
VENERDI’ della quinta settimana di Pasqua
18,00  ANN. DEF. CARLON OMAR
DOMENICA Sesta di Pasqua
11,00 DEF.TA CARLON RITA
          DEFF. MASIERO MARIA E ZAMBON ROLANDO ord. figli

OFFERTE: Per battesimo di Burigana Alessandro, per opere parrocchiali, €. 100.

 

MARTEDI’ della quinta settimana di Pasqua
18,00 DEF.TA NORMA
GIOVEDI’ della quinta settimana di Pasqua
18,00  DEFF. ZAMBON RINA E DEL MASCHIO TOMMASO
           DEFF. GAMBARINI MARCO E VANDA
SABATO Sesta Domenica di Pasqua
18,00  DEF.TA ZAMBON CLAUDIA ord. santola Rita
DOMENICA Sesta di Pasqua
10,00 MESSA PER LE COMUNITA’ PARROCCHIALI

OFFERTE: Offrono, per opere parrocchiali: in memoria di Janna Norina, €. 30; Zambon Antonio Tunio, €. 80.

   

LUNEDI’ della quinta settimana di Pasqua
18,00 DEFUNTI FAMIGLIA TOCCAFONDI
DOMENICA Sesta di Pasqua
18,00 DEF. RIZZO GIUSEPPE
          DEFF. FRANCA E MARIO
          DEF. FORT ELIGIO

   

FIORETTO DEL MESE DI MAGGIO
Il fioretto del mese di Maggio ha il seguente svolgimento:
a BUDOIA: martedì 16 maggio alle ore 17,15 presso la casa di
                   Meneghina Zambon in via Cefalonia
                   Giovedì 18 maggio alle ore 20,30 presso il capitello di
                   Bambin Gesù di Praga in via dei Colli
A DARDAGO: Mercoledì 17 maggio alle ore 20,30 presso il capitello
                        della Madonna in via Rui de Col
A SANTA LUCIA: Lunedì 15 maggio alle ore 17,30 in Chiesa
                               Parrocchiale, segue Santa Messa 

RITIRO PER I BAMBINI E GENITORI DELLA PRIMA COMUNIONE
Sabato prossimo 20 Maggio dalle ore 10, come ogni anno, si terrà il ritiro dei Bambini che si preparano alla S. Messa di I Comunione con i loro genitori. Il programma della giornata è già stato consegnato agli interessati. Durante il ritiro i fanciulli e chi lo desidera dei genitori si accosteranno al Sacramento della Confessione.

RACCOLTA STRAORDINARIA ABITI USATI CARITAS
La Caritas Diocesana organizza una raccolta straordinaria di abiti usati in buone condizioni per le persone bisognose.
Non essendoci più sacchetti gialli, si possono usare altri sacchetti, tranne quelli neri delle immondizie.. I sacchetti vengono portati in Chiesa entro venerdì 19 Maggio oppure per la stessa data devono essere portati nella Parrocchia di Aviano e messi negli appositi contenitori. Incaricati della Caritas raccoglieranno i contenitori sabato 20 Maggio

 
   











































































































































































































































































































































































Loading