Mappa del Sito
Home Page
Inizio Pagina
Pagina Precedente
 

COME È POSSIBILE PREGARE SEMPRE ?

Disse poi una parabola sulla necessità di pregare sempre, senza stancarsi mai. Questi sempre e mai, parole infinite e definitive, sembrano una missione impossibile. Eppure qualcuno c'è riuscito: «Alla fine della sua vita frate Francesco non pregava più, era diventato preghiera» (Tommaso da Celano). Ma come è possibile lavorare, incontrare, studiare, mangiare, dormire e nello stesso tempo pregare? Dobbiamo capire: pregare non significa dire preghiere; pregare sempre non vuol dire ripetere formule senza smettere mai. Gesù stesso ci ha messo in guardia: «Quando pregate non moltiplicate parole, il Padre sa...» (Mt 6,7). Un maestro spirituale dei monaci antichi, Evagrio il Pontico, ci assicura: «Non compiacerti nel numero dei salmi che hai recitato: esso getta un velo sul tuo cuore. Vale di più una sola parola nell'intimità, che mille stando lontano». Intimità: pregare alle volte è solo sentire una voce misteriosa che ci sussurra all'orecchio: io ti amo, io ti amo. E tentare di rispondere. Pregare è come voler bene, c'è sempre tempo per voler bene: se ami qualcuno, lo ami giorno e notte, senza smettere mai. Basta solo che ne evochi il nome e il volto, e da te qualcosa si mette in viaggio verso quella persona. Così è con Dio: pensi a lui, lo chiami, e da te qualcosa si mette in viaggio all'indirizzo dell'eterno: «Il desiderio prega sempre, anche se la lingua tace. Se tu desideri sempre, tu preghi sempre» (sant'Agostino).
Il tuo desiderio di preghiera è già preghiera, non occorre star sempre a pensarci. La donna incinta, anche se non pensa in continuazione alla creatura che vive in lei, diventa sempre più madre a ogni battito del cuore. Il Vangelo ci porta poi a scuola di preghiera da una vedova, una bella figura di donna, forte e dignitosa, anonima e indimenticabile, indomita davanti al sopruso. C'era un giudice corrotto. E una vedova si recava ogni giorno da lui e gli chiedeva: fammi giustizia contro il mio avversario! Una donna che non si arrende ci rivela che la preghiera è un no gridato al «così vanno le cose», è il primo vagito di una storia neonata: la preghiera cambia il mondo cambiandoci il cuore. Qui Dio non è rappresentato dal giudice della parabola, lo incontriamo invece nella povera vedova, che è carne di Dio in cui grida la fame di giustizia.
Perché pregare? È come chiedere: perché respirare? Per vivere! Alla fine pregare è facile come respirare. «Respirate sempre Cristo», ultima perla dell'abate Antonio ai suoi monaci, perché è attorno a noi. «In lui infatti viviamo, ci muoviamo ed esistiamo» (At 17,28). Allora la preghiera è facile come il respiro, semplice e vitale come respirare l'aria stessa di Dio.

MERCOLEDI’- Ventinovesima del Tempo Ordinario     
9,30     30° Def. Busetti Sandrino
             Per le Anime

DOMENICA Trentesima del Tempo Ordinario     
18,00   Ann. Def. Carlon Valentino
            Deff. Dedor Luigia e Giovanni - Gislon Vincenzo e Rosa

Offerte:  Pro chiesa da Cresimati  €. 320 Pro oratorio: 
                Fam. Cauz €. 40, U.S. Polcenigo €. 100

 

MARTEDI’ - Ventinovesima del Tempo Ordinario     
 18,00  Intenzione offerente 

GIOVEDI’ - Ventinovesima del Tempo Ordinario     
18,00   Deff. di Raffaele e Fernanda Zambon
Def.  Busetti Rosa

SABATO - Trentesima del Tempo Ordinario     
18,00   Intenzione offerente 

 DOMENICA - Trentesima del Tempo Ordinario     
11,00   Intenzione offerente 

   

LUNEDI’ - Ventinovesima del Tempo Ordinario     
18,00   Intenzione offerente 

DOMENICA - Trentesima del Tempo Ordinario     
10,00   Deff. Tommasi Anna e Primo
Besa Eugenio, Luigi e Maria Fort
Fort Antonio e Arcicasa Maddalena, Soldà Bruno, Pastorutti Claudia e Lorenzo         

   

MESE DEL ROSARIO
Ottobre è il mese del Rosario. La Madonna ha più volte raccomandato questa preghiera. Vediamo di recitarlo da soli o in gruppo.
A Budoia, in chiesa si recita il rosario dal lunedì al venerdì, alle 17.

MESE DELLE MISSIONI
Il mese di Ottobre è dedicato alle Missioni in tutto il mondo. In questa  settimana siamo invitati a ringraziare il Signore per il dono della fede.

CATECHISMO IN ORATORIO
Ogni sabato mattina i bambini delle scuole elementari sono attesi nell’oratorio di Budoia per il catechismo.
I genitori dei ragazzi delle Medie sono attesi, martedì alle ore 20,30 in oratorio,  per concordare gli orari delle lezioni con il catechista.

RITORNA L’ORA SOLARE
Domenica prossima, 27 Ottobre ritorna l’ora legale. Ricordiamoci di spostare indietro di un’ora orologi e sveglie.
Durante il periodo dell’ora solare le Sante Messe feriali che erano alle 18,00 verranno celebrate alle 17,00.

   
 

DIO CI OFFRE NON SOLO GUARIGIONE, MA SALVEZZA

Dieci lebbrosi che la sofferenza ha riunito insieme, che si appoggiano l'uno all'altro. Appena Gesù li vide... Notiamo il dettaglio: appena li vide, subito, spinto dalla fretta di chi vuole bene, disse loro: andate dai sacerdoti e mostrate loro che siete guariti! I dieci si mettono in cammino e sono ancora malati; la pelle ancora germoglia piaghe, eppure partono dietro a un atto di fede, per un anticipo di fiducia concesso a Dio e al proprio domani, senza prove: «La Provvidenza conosce solo uomini in cammino» (san Giovanni Calabria), navi che alzano le vele per nuovi mari. I dieci lebbrosi credono nella salute prima di vederla, hanno la fede dei profeti che amano la parola di Dio più ancora della sua attuazione, che credono nella parola di Dio prima e più che alla sua realizzazione. E mentre andavano furono guariti. Lungo il cammino, un passo dopo l'altro la salute si fa strada in loro. Accade sempre così: il futuro entra in noi con il primo passo, inizia molto prima che accada, come un seme, come una profezia, come una notte con la prima stella, come un fiume con la prima goccia d'acqua. E furono guariti. Il Vangelo è pieno di guariti, sono il corteo gioioso che accompagna l'annuncio di Gesù: Dio è qui, è con noi, coinvolto nelle piaghe dei dieci lebbrosi e nello stupore dell'unico che ritorna cantando. E al quale Gesù dice: la tua fede ti ha salvato!. Anche gli altri nove che non tornano hanno avuto fede nelle parole di Gesù. Dove sta la differenza? Il samaritano salvato ha qualcosa in più dei nove guariti. Non si accontenta del dono, lui cerca il Donatore, ha intuito che il segreto della vita non sta nella guarigione, ma nel Guaritore, nell'incontro con lo stupore di un Dio che ha i piedi nel fango delle nostre strade, e gli occhi sulle nostre piaghe. Nessuno si è trovato che tornasse a rendere gloria a Dio? Ebbene «gloria di Dio è l'uomo vivente» (sant'Ireneo). E chi è più vivente di questo piccolo uomo di Samaria? Lui, il doppiamente escluso, che torna guarito, gridando di gioia, danzando nella polvere della strada, libero come il vento? Non gli basta tornare dai suoi, alla sua famiglia, travolto da questa inattesa piena di vita, vuole tornare alla fonte da cui è sgorgata. Altro è essere guariti, altro essere salvati. Nella guarigione si chiudono le piaghe, ma nella salvezza si apre la sorgente, entri in Dio e Dio entra in te, come pienezza. I nove guariti trovano la salute; l'unico salvato trova il Dio che dona pelle di primavera ai lebbrosi, che fa fiorire la vita in tutte le sue forme, e la cui gloria è l'uomo vivente, «l'uomo finalmente promosso a uomo» (P. Mazzolari).

MERCOLEDI’- S. Margherita Alacoque
9,30 Per benefattrice Caterina e deff. Donadonibus

DOMENICA Ventinovesima del Tempo Ordinario     
18,00 Deff. Zambon Rina e Del Maschio Tommaso
Dorigo Mirella e Andreazza Tommaso

 

MARTEDI’ - S. Teresa Davila
 18,00 Def. Marcon Giovannina

GIOVEDI’ - S. Ignazio
18,00 Busetti Vincenza e Leone

SABATO Ventinovesima Domenica del Tempo Ordinario     
18,00  Per Intenzione particolare

DOMENICA Ventinovesima del Tempo Ordinario     
11,00  Per Ianna Antonio e Ida Campaner

   

LUNEDI’ - S. Callisto
18,00 Per Intenzione particolare

DOMENICA Ventinovesima del Tempo Ordinario     
10,00  Def. Quaia Candida  Benefattrice
Basso Franco

   

Giovedì 17 - alle ore 20,30 – riunione del Consiglio Parrocchiale per gli Affari Economici

   

OFFERTE
Per Battesimo Del Pup Giulio, €. 50;
In occasione della visita agli infermi, €. 20

RICAVATO VENDITA MELE PRO AISM
La vendita delle mele in favore dell’A.I.S.M (ricerche per la sclerosi multipla) alle porte delle tre chiese ha fruttato €. 607.

 MESE DEL ROSARIO
Ottobre è il mese del Rosario. La Madonna ha più volte raccomandato questa preghiera. Vediamo di recitarlo da soli o in gruppo.
A Budoia, in chiesa si recita il rosario dal lunedì al venerdì, alle 17.

MESE DELLE MISSIONI
Ottobre è anche il mese dedicato alle missioni. In questa settimana siamo invitati a chiedere al Signore che mandi operai nella sua messe con nuove vocazioni missionarie.

CATECHISMO IN ORATORIO
Ogni sabato mattina i bambini delle scuole elementari sono attesi nell’oratorio di Budoia per il catechismo.
Si raccomanda la presenza.

SALUTI DA DON MAURIZIO
Tramite questo foglietto settimanale don Maurizio desidera  inoltrare i propri saluti ai parrocchiani di Dardago, Budoia e Santa Lucia.
Lo ringraziamo e contraccambiamo.

   











































































































































































































































































































































































Loading