Mappa del Sito
Home Page
Inizio Pagina
Pagina Precedente
Il Crollo
L' Restauro
       
Domenica scorsa 5 in un pomeriggio ottobrino splendido la Chiesa Parrocchiale è stata riaperta al culto dopo quasi due anni da quella tragica notte del 2 Novembre 2012 quando parte dell’affresco del soffitto di Alfredo Marioni Da Ponte era crollato al suolo. La Chiesa era affollata di gente venuta per la riapertura, soprattutto Parroco e parrocchiani felici di rientrare nel loro Tempio più luminoso e splendente grazie all’opera di restauro e pulizia effettuato. Il Vescovo Diocesano Mons. Giuseppe Pellegrini ha ringraziato tutti per la bella opera chiedendo che ora la nostra splendida Chiesa non diventi, come in altre parti un vuoto museo di opere d’arte ma una Chiesa viva dove il popolo di Dio si raccoglie a pregare, ad ascoltare la Parola di Dio e a celebrare. Anche il Parroco Don Maurizio, dopo aver salutato Monsignor Vescovo, i sacerdoti Gianfranco Corazza parroco di Aviano e don Matteo Pasut concelebranti, il diacono Silvano Scarpat che serviva all’altare le autorità civili e militari, ha ribadito lo stesso concetto ringraziando tutti per la partecipazione in particolar modo: La Regione Friuli – Venezia Giulia che ha permesso di fare il lavoro col suo contributo, la Sovrintendenza delle Belle Arti con il Dott. Casadio, l’impresa FIBE di Fontanafredda che ha eseguito il lavoro sotto la guida dell’architetto Giovanna Ferrari di Venezia coadiuvata in loco dai nostri architetti Alberto Del Maschio e Vanni Carlon, il restauratore Giancarlo Magri di Roveredo che ha eseguito il restauro dell’affresco, l’impresa Factotum di Rasera Massimo per le pulizie generali della Chiesa, i componenti del Consiglio Parrocchiale per gli Affari Economici che hanno curato tutta la parte amministrativa e burocratica, la popolazione per l’interesse e soprattutto quanti hanno fatto offerte per aiutare a coprire la spesa e quanti hanno collaborato materialmente. Non poteva mancare il ringraziamento a quanti hanno curato la cerimonia e la liturgia, al maestro di coro e organista Fabrizio Zambon e ai cori dei tre paesi del Comune uniti per l’acccompagnamento col canto. La festa si è conclusa nella Sala dell’Oratorio Parrocchiale con la mostra delle foto delle varie fasi del restauro e con un signorile rinfresco
       
Servizio fotografico realizzato in collaborazione con Sara Dabrilli e Walter Tesolin
       
































































































































































































































































































































































































































































































Loading